Come risparmiare sulla bolletta del gas

 

La spesa per il gas riscaldamento è una delle voci che grava particolarmente sui bilanci domestici delle famiglie italiane. L'uso del gas per il riscaldamento è infatti il maggiore responsabile dei consumi all'interno di un'abitazione privata o pubblica, specie al Nord Italia, dove si consuma fino a sei volte in più rispetto al Sud della Penisola.

Riuscire a risparmiare sulla bolletta del gas è però possibile.

Possiamo intervenire su più fronti:

  • scegliere una tariffa adatta alle proprie esigenze
  • seguire dei piccoli accorgimenti
  • effettuare, se possibile, alcuni interventi strutturali
  • effettuare, se possibile, la sostituzione della caldaia

Vediamo nel dettaglio e iniziamo a risparmiare!

caldaia gas milano bolletta
bolletta caldaia gas milano

SCEGLIERE LA TARIFFA PIU' CONVENIENTE

E' sicuramente la prima cosa che ognuno di noi mette in atto per risparmiare sulla bolletta del gas.

Grazie al mercato libero oggi è possibile scegliere fra diversi fornitori e le relative offerte, si tratta solo di prendersi un pochino di tempo per visionare tutte le offerte e poi scegliere quella più adatta alle nostre esigenze.

Il tempo così impiegato porterà ottime riduzioni in bolletta!

PICCOLI ACCORGIMENTI PER UN GRANDE RISPARMIO

Agire direttamente sui propri consumi, adottando comportamenti virtuosi per eliminare gli sprechi e ottimizzare l’impiego domestico delle risorse energetiche è quanto mai fondamentale.

Ecco gli accorgimenti da seguire per vedere fin da subito una riduzione dell'importo della bolletta del gas:

  • collocare pentole e padelle su piastre/fornelli di dimensioni appropriate, affinché venga sfruttata tutto il calore prodotto dalla fiamma (pentola piccola su fornelli grande = spreco di metano e dispersione di calore)
  • coprire con il coperchio la pentola/padella che state utilizzando (il calore non si disperde e il cibo impiega meno tempo a cuocere)
  • per sfruttare il calore residuo, senza sprecarne, spegnere la fiamma qualche minuto prima del temine della cottura.
  • utilizzare dei riduttori di flusso nei rubinetti permetterà di utilizzare meno acqua acqua
  • se non avete un buona coibentazione, inserite dei fogli isolanti dietro ai termosifoni per ridurre la quantità di calore dispersa dai muri verso l'esterno
  • chiudere i termosifoni nei locali poco utilizzati
  • installare delle valvole termostatiche sui caloriferi

 

INTERVENTI  STRUTTURALI

Ridurre il consumo energetico è il primo fondamentale passo da compiere.

Per fare ciò, però, non si deve soltanto tarare il termostato su una temperatura inferiore, ma dobbiamo assicurarci che l'abitazione non abbia dispersioni di calore.

Una casa correttamente coibentata si traduce in un risparmio energetico e quindi economico.

Una corretta coibentazione vuol dire creare un ottimo isolamento con l'ambiente esterno così il tepore presente in casa non si disperde e non è necessario che la caldaia sia sempre in funzione per mantenere una temperatura gradevole all'interno.

La coibentazione ottimale prevede:

  • installazione di infissi con particolari caratteristiche isolanti
  • rivestimento dei muri esterni con pannelli termici
  • rivestimento dei muri interno con contro pareti e contro soffitti (cartongesso più materiali isolanti all'interno)

Se è possibile, quindi, noi consigliamo caldamente di apportare queste modifiche strutturali.

E' vero che comportano un costo, ma viene ammortizzato in poco tempo e dopo avrete una bolletta del gas più leggera per sempre.

Sono quindi dei lavori che vanno visti per quello che sono: non una spesa ma un investimento.

 

CALDAIA  NUOVA: RISPARMIO SICURO.

Se non avete la possibilità di effettuare i lavori strutturali sopra descritti, provvedete a cambiare la vostra caldaia a gas con una che abbia una resa maggiore.

In commercio si trovano tre principali tipologie di caldaie :

  • una tipologia più classica, la tradizionale:sistema basa il suo funzionamento sulla combustione che genera calore che, a sua volta, scalda l'acqua che verrà impiegata nel circuito dei termosifoni o per il diretto utilizzo
  • la caldaia “a condensazione”: quest'ultima riesce a sfruttare anche il calore presente nei fumi di scarico della combustione e lo utilizza per scaldare l'acqua. Il risparmio economico è sotto gli occhi di tutti: per raggiungere la temperatura stabilita viene consumata una minor quantità di combustibile
  • i Sistemi Ibridi: questo tipo di impianto è composto da una caldaia a condensazione collegata all'impianto solare termico. Il solare termico provvederà a scaldare l'acqua (sfruttando i raggi solari) che verrà immessa nel circuito della caldaia; quest'ultima riuscirà a scaldare l'acqua utilizzando meno combustibile (perchè l'acqua è già calda).

Noi vi consigliamo, per un risparmio sostanziale sulla bolletta, di scegliere una caldaia a condensazione oppure un sistema ibrido.

E adesso, buon risparmio a tutti!

LEGGI ANCHE: